«LA STORIA DEI VINCITORI» di Pietro Ratto, pgg. 73÷76

Mio libero riassunto da "La storia dei vincitori", pag.75-76, di Pietro Ratto, ed. DISSENSI:
Fu Napoleone a inventarsi la scuola pubblica così come la conosciamo oggi.Una scuola sempre più obbligatoria perché finalizzata a "formare", a plasmare cittadini indottrinati e succubi di un sistema che li costringe a imparare soltanto ciò che il potere vuole che conoscano e che sappiano fare.
Fu Napoleone, grazie ai suoi appoggi massonici, con la Rivoluzione francese del 1792, il primo governante capace di mantenere la gente sottomessa al suo illimitato potere seminando invece, tra i sudditi, l'illusione di vivere finalmente una nuova era di diritti e di libertà. Con la fitta rete di prefetti e amministratori, completamente asserviti all'imperatore e in buona parte legati al vecchio sistema dell'Ancien Régime, col sistema burocratico che abbandona il cittadino a se stesso, senza più quella dignità e protezione assicurata dalle antiche monarchie non ancora corrotte.
Sí, perché le monarchie an...

Leggi tutto l'articolo