Śamatha: la meditazione di calma, Vipaśyana: lo stato di analisi intuitivo#1

Innumerevoli sono gli stati di profondo raccoglimento (Samâdhih) che portano a stati di gioia, calma, chiarezza. Questo è anche il motivo per cui spesso le visioni/esperienze si confondono in quanto non si pone l’attenzione sul significato che l’esperienza mette in luce ma ci si sofferma solo sulle sensazioni che ne emergono: pace, gioia ecc… sensazioni uguali ma secondo il tipo di orientamento che può avere la nostra ricerca assume profondità diverse.
Quindi diventa particolarmente importante, per una pratica  priva di mistificazioni e illusioni e incentrata sui nostri bisogni reali, riconoscere ed essere consapevoli non solo delle sensazioni ma di quale significato ci lascia ciò che abbiamo vissuto, cioè quale sia stata la domanda/motivazione/ricerca da cui siamo partiti, in poche parole:

perché ci siamo avvicinati alla meditazione?
cosa vogliamo/desideriamo?
qual’è la risonanza interiore che ci ha fatto muovere verso questa ricerca?
cosa sentiamo realmente?
Imparare a ric...

Leggi tutto l'articolo