“Belli insieme” Banca d'Italia e Fondo outsider. Arte come Responsabilità sociale

 “Arte brut, punte secche, tempere, incisioni, pennellate vigorose”. Arte come Responsabilità sociale.
La Banca d'Italia in 120 anni di storia ha tra i tesori messi da parte non solo libri e monete ma anche arte e quadri acquistati. I primi fondi di opere degli anni 50 e 60 sono stati esposti a Frascati, in un una Mostra che replicata a Latina, Bari e Palermo, ha visto l'affluenza di oltre centomila visitatori. Questo indirizzo di apertura dell'Istituto bancario nazionale verso la comunità si rinnova con l'esposizione odierna di un fondo outsider direttamente da palazzo Koch di Banca d'Italia di “artisti, utenti in terapia” .
L'arte che è stravagante racconta anche il mattoide, il raro, oltre che sé stessa.
In questa trasmissione, non solo delle epoche, da artista al mondo, il cosiddetto ruolo di sensibilizzazione dell'arte si perfeziona nella cura della condizione riconosciuta. Il male d'arte è la passione per questa, e questa, cura la necessità di fruire e far fruire dell'arte. In u...

Leggi tutto l'articolo