.........e ancora Livorno: Verso le Autostrade del Mare

Costruire una Schengen del mare, creando uno spazio europeo senza frontiere per il trasporto marittimo e semplificare le procedure amministrative delle navi che si spostano tra porti situati all'interno dell'Unione Europea.
Si è discusso di questo tema, all'esame anche dalla commissione Trasporti dell'Ue, oggi a Livorno nella sessione speciale della Consulata del mare della Toscana.
All'incontro hanno partecipato l'assessore regionale al bilancio e alle politiche del mare Giuseppe Bertolucci e il deputato europeo, Guido Milana, vicepresidente della Ue per la pesca e membro della Commissione trasporti e turismo, oltre ai sindaci e ai rappresentanti delle province costiere.
L'altro punto all'ordine del giorno è stato l'elaborazione di una strategia comunitaria per favorire lo sviluppo sostenibile dell'acquacoltura europea.
All'incontro, ospitato presso la sede dell'Autorità portuale di Livorno in palazzo Rosciano, hanno partecipato anche le autorità portuali, le capitanerie di porto e i rappresentanti delle associazioni di categoria.
"Abolire o semplificare i controlli documentali e fisici sulle imbarcazioni e sulle merci che arrivano o partono da porti europei - ha detto Bertolucci - è un'operazione che renderà più appetibili le autostrade del mare (ma se ne parla da dieci o quidici anni) e valorizzerà il sistema infrastrutturale e logistico toscano, agganciando il traffico delle merci che arrivano ai tre porti nazionali della Toscana (Livorno,  Carrara e Piombino) al Corridoio 5 e all'alta velocità.
Le autorità portuali, le capitanerie di porto e gli altri operatori dei porti e interporti toscani stanno già lavorando in questa direzione, ma resta ancora molto da fare per migliorare la governance delle attività marittime e portuali" 50canale

Leggi tutto l'articolo