...con le guance colorate coi petali di geranio.

La poetessa iraniana Forough Farrokhzad, nata a Teheran nel 1935, è stata, nella sua breve vita ,una  donna islamica fortunata nel senso che intendiamo noi.
Sposa a 17 anni, subito madre e divorziata.  La sua poetica  è quella di una donna appassionata che si trovava a vivere in un paese dove, se forse non c'era quella gran libertà politica, c' era almeno la libertà di vivere la propria vita, anche dal punto di vista della morale.
Era l’Iran degli anni ‘50 e ‘60 con lo Scià e la dolce vita persiana, ben diverso dalla teocrazia instaurata successivamente da Khomeini: e infatti la rivoluzione islamica del 1979 mise al bando le opere della Farrokhzad.  E' stata la mia curiosità a farmi conoscere questa scrittrice.Forough viaggiò in Germania e Francia, soggiornò a lungo in Italia, girò film e documentari.
Si legò a un altro poeta, Nader Naderpur, vivendo di provocazioni che la portarono a sfidare le autorità religiose e i letterati più conservatori: chiedeva con insistenza di poter gode...

Leggi tutto l'articolo