...e ce la facciamo

ZURIGO, 17 giugno - Una vittoria che vuol dire quarti di finale.
Un successo sofferto ma meritato che spazza via la Francia e lancia l'Italia fra le otto migliori d'Europa.
«E' andato tutto benissimo ed ora devo davvero fare i complimenti ad un gruppo straordinario». Roberto Donadoni è felice, e non potrebbe essere altrimenti.
La sua Italia ha superato 2-0 i transalpini grazie ad una prova di carattere: «E' vero, anche se stavamo giocando meglio in undici contro undici - ha puntualizzato Donadoni -.
Una volta in superiorità numerica, invece, ci siamo rilassati mostrando un timore eccessivo.
Questa vittoria è stata comunque una risposta importante da parte dei ragazzi.
Avete visto i giocatori in panchina? Erano più nervosi e tesi di quelli che hanno giocato stasera.
Questo è lo spirito dell'Italia, uno spirito che ci permetterà di arrivare lontano».
CASSANO E TONI - Toni ha fallito molte occasioni mentre Cassano è apparso solo a tratti il giocatore che tutti conoscono: «Luca ha sbagliato lì davanti, è vero.
Può succedere - ha detto Donadoni -.
Antonio ha giocato una gara di grande sacrificio rincorrendo gli avversari, rientrando a proteggere il centrocampo.
Mi è piaciuto moltissimo anche se ha peccato un po' di iniziativa».
FAIR PLAY OLANDA - L'Olanda ha fatto in pieno il suo dovere superando con grande personalità la Romania. «Non avevo alcun dubbio su questo - ha detto Donadoni -.
Conosco Marco Van Bastern, conosco il suo spessore, la sua personalità.
Poi è ovvio che la gara la poteva anche perdere ma non ho mai avuto alcun dubbio sulla sua professionalità. Mi avevano chiesto se l'avevo chiamato prima della partita Olanda-Romania: sarebbe stato inutile».   CON LA SPAGNA SENZA PIRLO E GATTUSO - Contro la Spagna nei quarti non avremo Pirlo e Gattuso, entrambi squalificati per somma di ammonizioni: «Una perdita grave ma abbiamo sostitui all'altezza.
Non sono preoccupato».  MATARRESE: «BRAVO DONADONI» - «Siamo abituati a soffrire, nella sofferenza troviamo la nostra forza».
Antonio Matarrese, presidente della Lega Calcio, è euforico al termine dell'incontro vinto con la Francia, che ha dato all'Italia la qualificazione ai quarti di finale degli Europei.
«Devo fare i complimenti a Donandoni - prosegue Matarrese -.
È un ragazzo serio che non si esalta e sta dando una lezione di stile a molti.
Devo fare i miei complimenti anche al presidente federale Abete».
  Fonte: http://www.corrieredellosport.it/rubriche/Euro2008.shtml 

Leggi tutto l'articolo