10 Webstar Italiane Che Hanno Pubblicato Un Libro

I libri delle webstar italiane sono un fenomeno commerciale che, nonostante la qualità imbarazzante, sono riusciti a conquistare una grossa fetta di pubblico giovanile.
Ecco 10 libri che moltissimi adolescenti hanno acquistato...
pentendosene amaramente dopo averli letti.
Si spera.
1.
Vietato smettere di sognare, di Benji & Fede Inizia tutto alle 20:05 di una sera qualunque nel dicembre 2010: Federico, un ragazzo di Modena con la fissa per la musica, ne contatta su Facebook un altro, Benjamin, proponendogli di fare un duo.
Al momento Benjamin non prende la cosa troppo sul serio perché sta per trasferirsi in Australia.
Ma, nonostante la distanza, prende vita attraverso i social network una grande amicizia fondata su un'eccezionale intesa artistica e sulla voglia di coltivare insieme un sogno comune.
Nasce così Benji & Fede, la band italiana che ha conquistato orde di fan, ottenuto un contratto con Warner Music, pubblicato un album che in soli quattro mesi li ha portati dalle loro camere al disco di platino.
2.
Sotto le cuffie, di Favij L'autore, mito dei giovani e giovanissimi, racconta la sua storia e il suo percorso prima di diventare il più amato intrattenitore di Youtube.
Favij ha una grande passione per i videogiochi da quando aveva 4 anni e sicuramente un talento innato per il mondo digitale e una grande capacità comunicativa.
Ha cominciato a coinvolgersi seriamente con il montaggio dei video a 16 anni, ma la sua vita è cambiata e trasformata gradualmente.
Il racconto scritto in prima persona da Favij e rivolto ai suoi fan, agli amanti dei videogiochi, e a chiunque sia incuriosito da questo affascinante mondo, rivela come un semplice ragazzo possa diventare una star nell'era digitale.
"Faccio ogni giorno un video da 8 minuti - spiega Favij -, ma ci metto 8 ore tra registrazione e montaggio".
Non è un lavoro, ma quasi.
3.
Stati d'animo su fogli di carta: I miei post-it, di Francesco Sole "Ciao, sono Francesco Sole e sono un ragazzo qualunque.
La mia passione più grande è sempre stata la scrittura.
Fin da quando ero piccolo ho sempre scritto.
Scrivevo qualsiasi cosa mi passasse per la mente, e la scrivevo su qualsiasi cosa mi capitasse sotto mano, dai muri della cameretta ai finestrini appannati della macchina, dai post-it ai fogli di carta.
Poi mi sono iscritto a facebook, per condividere ciò che scrivevo.
Questo è il mio primo libro (e non ultimo?).
Una raccolta di tutti quei pensieri che ho scritto su muri, post-it, messaggi di whatsapp e zaini di scuola.
Questa volta però, li ho scritti su fogli di [...]

Leggi tutto l'articolo