102 - Politica, Economia e Società

Neo-Feudalesimo CapitalComunista: la Democrazia nell'Era della Pianificazione Capitalista.
Una tendenza (intenzionale o casuale non lo so) che ha iniziato a manifestarsi con forza sin dal 1989 (crollo del Muro a Berlino) e che non ha mancato di avere certi riflessi politici in Europa, negli anni successivi.
I manager gestiranno gli Enti Pubblici che (inutile dirvelo) saranno privatizzati (almeno quasi tutti quelli di livello sub-centrale)...
non saranno necessari consigli eletti dal popolo, ma semplici CDA.
Questi dovranno assolvere alle funzioni pubbliche essenziali (ridotte all'osso), contro l'incasso (non la mera riscossione), ovvero l'introito, dei tributi.
Sul livello di questi ultimi avranno un discreto margine di autonomia decisionale.
Tutto "corre" in quella direzione....
Ma....
c'è una "cosa" che farà fallire il tutto...
e che, se si è trattato di un piano architettato e non di un caso, chi ha posto in essere tali condizioni non ha considerato, ovvero: La Condizione Estetica del Capitale.
Quando si sarà compiuto il tutto, si farà la corsa a restituire tutto, poiché si renderanno conto di aver creato la condizione per il proprio impoverimento, ma, per molti di loro, sarà tardi.
Neo-Feudalesimo Capital-Comunista I Le grandi corporazioni, strutturando e pianificando le proprie politiche economiche, data la loro dimensione spaziale, finanziaria e multisettoriale, agiscono a mo' di stati centralizzati socialisti.
Essi decidono cosa, come, quanto, quando e dove produrre.
Inoltre sono allo stesso tempo anche i finanziatori dell'acquisto dei propri prodotti.
Tutto ciò è un ibrido manifestarsi della peggiore esperienza capitalista e socialcomunista.
Non è solo il sistema cinese ad essere capital-comunista.
Lo è altrettanto il sistema americano, nonostante si veli dietro un falso lasseiz faire proclamato ai 4 venti.
Anche e soprattutto le corporazioni USA pianificano nel modo prima indicato ed è giusta l'osservazione di una pretesa neo-colonialistica privata, poiché esse acquisiscono realtà minori in territori geograficamente, politicamente e settorialmente lontani.
D'altro canto tale tendenza non si rivolta più e soltanto verso i salariati, ma anche e, per certi versi in misura maggiore, verso la media borghesia (se è possibile parlare ancora in questi termini) dei piccoli e medi imprenditori e dei professionisti.
Basilea 2 offrirà una grassa e grossa opportunità per chiudere i rubinetti a molte piccole e medie imprese.
Immagino allora che l'attuale "capitalista imprenditore", tanto vituperato dalle [...]

Leggi tutto l'articolo