11/07/2012 Mamme, in guardia! Arriva Minosse, ma il caldo non ci coglierà di sorpresa

Mamme, in guardia! Arriva Minosse, ma il caldo non ci coglierà di sorpresaI consigli del Comitato Scientifico Acqua Panna per affrontare i picchi di calore idratando correttamente i più piccoliniMilano, 11 luglio 2012 – Arriva il terzo anticiclone che porterà nuovi picchi di calore.
Minosse, così lo chiamano gli esperti, farà salire le temperature a livelli record.
Per difendersi dal caldo e dell’afa, non bisogna dimenticare che, ovunque ci si trovi, è fondamentale idratarsi correttamente: al mare, al parco o in piscina, occorre avere sempre a portata di mano una bottiglietta di acqua minerale per non incorrere in un deficit idrico, un problema per gli adulti, ma soprattutto per i bambini. “Il consumo di acqua, quantitativamente e qualitativamente idonea è essenziale per la crescita e l’equilibrio del neonato, del lattante, ma anche del bambino più grande” – afferma il prof.
Alessandro Sartorio, Primario della Divisione di Malattie Metaboliche e Auxologia presso l’Istituto Auxologico Italiano di Milano – “E’ indispensabile mantenere un giusto equilibrio di liquidi: per la vita e per il corretto equilibrio metabolico, oltre che per lo sviluppo fisico armonico del bambino, in fase di crescita.
Facilita infatti la digestione e contribuisce ad assimilare i nutrienti, aiutando l’eliminazione delle scorie, regolarizzando la temperatura corporea e mantenendo elastiche pelle e mucose.
Studi recenti hanno dimostrato anche che il consumo di acqua può aiutare a controllare il peso corporeo e contribuire a contrastare l’obesità infantile”.L’acqua rappresenta un costituente fondamentale del nostro corpo e la sua proporzione nei neonati è notevolmente maggiore rispetto a quella degli adulti: è pari infatti a circa 2/3 del peso (nell’adulto corrisponde al 60%), così come le perdite giornaliere di acqua che sono più elevate con il diminuire dell’età, raggiungendo il 15% del peso corporeo, nei primi mesi di vita.Se questo è quello che succede a temperature sopportabili, è facile capire perché i bambini abbiano bisogno di bere maggiori quantità di acqua rispetto agli adulti.
In condizioni ambientali normali, il fabbisogno idrico nel primo anno di vita varia normalmente dai 120 ai 150 ml/kg al giorno, nel secondo tra i 110-120 ml/kg al giorno e tra i quattro e i dieci anni tra i 70 e i 100 ml/kg al giorno, ma queste quantità vanno ulteriormente aumentate, di almeno il 15% o il 20%, se fa molto caldo.
Se poi ci troviamo in spiaggia o all’aria aperta, in giornate molto calde e afose [...]

Leggi tutto l'articolo