12. I SEMITI MINOICO-CRETESI DELL'EPOCA NEO-PALAZIALE

L'esperto di lingue semitiche e saggista Zecharia Sitchin1 sostiene ne Il pianeta degli dei2, rifacendosi a studi precedenti, che la scrittura cretese di epoca neo-palaziale (quella – per intenderci – di Minosse) fosse di tipo semitico.
Quindi a Creta vi fu certamente un insediamento semitico.
Vedremo di seguito come i legami fra l’impero semitico (si può a buon diritto parlare di “impero semitico”, dal momento che i figli del biblico SHem all’epoca dominavano sulla Mesopotamia, la Cananea (Canaan) e il Basso Egitto, cioè l’Egitto settentrionale) e la casa reale minoica neo-palaziale possano far ipotizzare che la figura storica che potrebbe celarsi dietro al mitico Minosse possa discendere dall’Esaù storico, vale a dire l’E-sa-um di cui si parla nelle suddette tavolette di Ebla in relazione ad Ab-ra-mu (Abramo – Ayebram?), Is-ra-ilu (Giacobbe-Israele – Jakoba?), Ib-lum (Eber).
Altro collegamento fra semiti e minoici neo-palaziali è il resoconto di Ecateo di Abdera, riportato da Diodoro Siculo3.
«Nel 320 a.C., appena dodici anni dopo l’acclamato ingresso di Alessandro Magno in Egitto, Ecateo si stabilì alla corte del re greco Tolomeo I [Sotere I, dal greco soter, “salvatore”], e in seguito scrisse la propria Aegyptiaca, o Storia d’Egitto.
Pur essendo andata perduta, alcuni frammenti sono citati da Diodoro Siculo (8 a.C.
circa) nella sua Biblioteca Historica, la “Biblioteca della Storia”»4.
Ebbene, Ecateo di Abdera, scrivendo degli israeliti appena fuggiti con il celebre Esodo dall’Egitto (si veda il capitolo Mosè), afferma che alcuni di essi, «[…] sotto l’egida di Danao e Cadmo, finiscono per colonizzare la Grecia mentre un altro gruppo, guidato da Mosè, si stabilisce in Giudea, cioè in Palestina, che all’epoca si diceva fosse “disabitata”.
In seguito, vanno a fondare la città di Gerusalemme»5.
Sorge immediata una riflessione: se l’esodo degli ebrei fosse avvenuto successivamente a quello hyksos, come è possibile che trovarono la zona di Gerusalemme “disabitata”, dal momento che proprio gli Hyksoi vi si sarebbero già stanziati in precedenza? E inoltre, come avrebbero fatto gli israeliti (intesi come popolo diverso da quello governato dagli Hyksosìi) a fondare Gerusalemme (Tsion), dal momento che proprio gli Hyksoi la edificarono dopo l’esodo dall’Egitto (si veda il capitolo Gli Hyksoi a Gerusalemme)? Naturalmente la possibilità proposta in questa trattazione riesce a rispondere a tutti i presenti quesiti.
Ma tornando alla tradizione riportata da [...]

Leggi tutto l'articolo