14 luglio (dall'album dei racconti)

Mattino sono in Trentino, bellissimo, vicino a trento dopo tanto tempo ho preso la pioggia che volevo e che desideravo da sempre, ero tra i boschi, la pioggia in montagna e molto più tenace, e così sono stata per due ore e mezzo, sotto l'acqua; il k.way non ripara da un'acqua simile, poteva essere un'avventura più piacevole, se non fossi stata un po' indisposta quel giorno, però ora ripensandoci, vorrei tornare a quella sensazione, era piacevole, molto piacevole, avevo l'acqua fin nel midollo, non c'era un cm.
della mia pelle asciutta, era una sensazione dolcissima e naturale, non sentivo nemmeno il freddo, era molto più bello che essere al mare a fare il bagno, intorno a me solo i boschi e il rumore della pioggia, era come stare nel respiro della natura, non c'erano rumori artificiali i soliti, cioè le voci le macchine i clacson.
 No, si sentiva solo la pioggia che scorreva sui rami, sulle fronde, giù per i canali nel sottobosco, e si formavano dei piccoli torrenti, che attraversavo non so come...
trovavo la forza di rischiare, di buttarmi, ma non importava ero in un ambiente amico,  io ero dentro a tutto ciò, compenetrata, immersa, impregnata, indifesa, in balia, ed è come se fossi stata l'unico essere sulla terra, più leggera dell'aria più etera della mia stessa vita, come se fossi nata ora, non c'era dolore, potevo morire, non me ne importava nulla, niente esisteva più, niente poteva più ferirmi, io ero pura...
come quell'acqua io ero la pioggia.
Milena Scritto da: 70poeta il 12-05-2006 alle 17:26 Il trentino, la terra della mia mamma.........
il posto dove mi rifugio d'estate, quella magia che da nuova linfa all'anima.
Il senso d'infinito che respira tra i boschi non si descrive si vive.
La carezza gelata dei torrenti che nascono improvvisi, uno scoiattolo che corre tra i rami secolari.......
.
A volte la valle si apre improvvisa e mi vengono in mente le parole di Papa Woytila........
si sente la vicinanza di Dio.......
Le piogge improvvise che danzano sui pensieri e poi improvvisa la luce di un arcobaleno.
Eh si il trentino e' il mio angolo di paradiso.......
.
Un abbraccio e un bacio MAX «Essere giovani vuol dire tenere aperto l'oblò della speranza, anche quando il mare è cattivo e il cielo si è stancato di essere azzurro.» «Non ho mai scritto una canzone politica.
Le canzoni non possono cambiare il mondo, ormai ho smesso di pensarlo.» «Le critiche non mi importano, io sono le mie parole.» «Non criticare ciò che non puoi capire.» «Non chiedetemi nulla, potrei rispondere con la verità.» [...]

Leggi tutto l'articolo