2-11-17, cent'anni fa la Grande Guerra in Val del Lago

 2 NOVEMBRE 1917 Sul forte Durante la notte sulla riva sinistra del Tagliamento, all'altezza di Amaro, il nemico ha iniziato lavori ed accumulato materiali coll'intento di gettare un ponte.
L'artiglieria del forte lo impedisce.
L'invasore e i reparti di retroguardia italiani si sono incontrati presso Buia-Osoppo-Maiano.
Il Comando della 63a divisione alle ore 9.30 comunica per eliogramma: Avverto che nemico pronuncia attacco ponte Braulins e sembra che artiglieria nemica sia appostata ad Osoppo.
Procuri individuarla e batterla.
Benché l'osservazione di tali obiettivi non sia possibile neppure pel tramite dell'osservatorio di S.
Simeone il Festa dirige anche su di essi, a tiro indiretto, il proprio fuoco.
Inviati dal comando d'Artiglieria della 63a divisione giungono al forte i tenenti Icilio Fanelli e Alfredo Ferrari, che vengono destinati il primo al Comando della batteria 149A., il secondo al Comando della batteria 149G.
Dallo stesso Comando giunge un foglio riservatissimo nel...

Leggi tutto l'articolo