2002 NT7 Collisioni, fugaci fiammate e congiunzioni Come lo spazio fa sesso

Usiamo e conosciamo termini  come spettacolari congiunzioni astrali e ‘danze’ dei pianeti, come spettatori osserviamo  sciami meteorici che ci regalano fugaci ‘fiammate’, sappiamo di attrazioni, fusioni e di Anelli di Saturno come lacrime nella pioggia.  Lagune incantate e arabeschi di stelle. Grazie a questo vocabolario lo Spazio fa sesso e si ama, godendo, procreando e distruggendo tanto quanto l'amore (o il sesso ) umano.
Riflettevo sulla forma di Ultima Thune, fotografata nel punto di massima vicinanza l'1 Gennaio 2019; come scarto della formazione dei pianeti è il probabile frutto di un incontro di corpi spaziali.
Mi rammenta l'immagine delle scissione binaria  - proposta nel post Solitudine  - e  la riproduzione asessuata ma anche i gameti nei processi evolutivi,  che erano prima cellule del tutto uguali fra loro.
Ripensando a Pele delle Hawai'i e al proto stupore che vi ravvisava una dea generatrice e un sesso vulcanico,  Ultima Thule, l'oggetto spaziale più lontano  risalente ...

Leggi tutto l'articolo