22 maggio 1937-Comincia la costruzione a Roma dell'Eur 42, per celebrare nel 1942 il ventennale della marcia su Roma

Europa Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il titolo di questa voce non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki.
Il titolo corretto è Europa.
Panoramica aerea del quartiere EUR eseguita nel 1953 Foto aerea del quartiere Eur agosto 2007 Il palazzo dell'ENI e il laghetto dell'EUR   « L'EUR è un quartiere molto congeniale a chi fa di professione il rappresentante di immagini »   (Federico Fellini) Europa è il nome del trentaduesimo quartiere di Roma, indicato con Q.XXXII.
Si trova nell'area sud della città, a ridosso del fiume Tevere.
Rientra interamente nel territorio amministrato dal municipio XII del Comune.
Superficie: 473,82 ha.
Popolazione: 10.071[1] abitanti.
Noto con il nome di EUR, è un quartiere moderno celebre per la sua architettura razionalista, concepito e costruito in occasione dell'Esposizione Universale che avrebbe dovuto tenersi nella Capitale per celebrare il ventesimo anniversario della Marcia su Roma fascista (1922) nel 1942.
La manifestazione venne poi annullata a causa della Seconda Guerra Mondiale, ed il quartiere, allora in fase di costruzione, venne completato in tempi successivi.
Il suo nome originario era E42 (Esposizione 1942), poi variato in EUR dall'acronimo di Esposizione Universale di Roma; nella toponomastica del Comune di Roma è denominato quartiere Europa, ma resta conosciuto col suo acronimo.
    //   Architettura e Palazzi Il Palazzo dei Ricevimenti e Congressi Il progetto venne presentato nel 1938, sotto la direzione di Marcello Piacentini.
Il modello è ispirato, secondo l'ideologia fascista, all'urbanistica classica romana, apportandovi gli elementi del Razionalismo Italiano, che rimane minoritario, rispetto a quel "neoclassicismo semplificato" propugnato dal Piacentini.
Lontane rimangono le esperienze delle città d'ispirazione Moderna, che negli anni precedenti si sono esplicitate, o nell'oltremare o in piccoli aggregati urbani come Portolago o Sabaudia.
La struttura prevede un impianto viario ad assi ortogonali e edifici architettonici maestosi ed imponenti, massicci e squadrati, per lo più costruiti con marmo bianco e travertino a ricordare i templi e gli edifici della Roma imperiale.
L'elemento simbolo di questo modello architettonico è il cosiddetto "Colosseo Quadrato", soprannome dato al Palazzo della Civiltà Italiana (noto anche come Palazzo della Civiltà del Lavoro) opera degli architetti Guerrini, La Padula e Romano e ispirato all'arte metafisica.
Altri monumenti di particolare rilievo sono: Il Palazzo dei Congressi di Adalberto [...]

Leggi tutto l'articolo