23-09-07 - L’arbitro bluffa, la Mariner va in bestia. Poker della Valtesino

MARINER: Desideri, Laversa, De Angelis I, Damiani, Vicari, Ottaviani (30’ Olivieri), Piunti, Marinelli, Vannicola (70’ Cavallo), Ficcadenti (60’ De Angelis II), Formicone.
All.
Feliziani-Sciocchetti.
A disp.: Milojevic, Parisani, Lunerti, Morganti.
ARBITRO: Paoletti di Ascoli Piceno RETI: 32' De Angelis I, 76' Curzi (rig.), 80' Paci, 90' Romandini, 95' Romandini.ESPULSI: al 40’ Damiani, al 75’ Vicari, al 77’ De Angelis I.LA CRONACA – Colpaccio della Valtesino che in maniera rocambolesca ribalta negli ultimi dieci minuti un gol di svantaggio e nel finale riesce ad espugnare con un rocambolesco 4 ad 1 il campo Ciarrocchi.
La gara vede iniziare molto bene i padroni di casa, i quali partono subito col giusto piglio e, palla a terra, riescono ad arrivare con continuità nell’area degli avversari, già in dieci dopo appena venti minuti per un espulsione per somma di ammonizioni.
E dopo un paio di occasioni sciupate, arriva il vantaggio locale con De Angelis I che è il più lesto ad insaccare sugli sviluppi di un calcio di punizione.
Nel finale di primo tempo si svegliano gli ospiti, i quali provano a reagire e al 40’ su azione di contropiede costringono un fin troppo energico Damiani ad un fallo al limite dell’area che ne comporta una forse eccessiva espulsione diretta.
Si torna negli spogliatoi sul risultato di 1-0 per i locali.
Nella ripresa la Mariner prova a chiudere il conto, ma manca la brillantezza negli ultimi metri per poter trovare il raddoppio che archivierebbe l’incontro.
Al 65’ De Angelis II appena entrato, nel tentativo di controllare un pallone al limite della propria area, scivola e cadendo tocca con un braccio.
L’arbitro molto fiscale, decreta il penalty.
La Valtesino calcia però alto e stordita dall’errore, rischia di cadere più volte.
Ci prova prima Vannicola con una sgroppata sulla destra, poi al 68’ è solo una questione di centimetri, quando Formicone lanciato in contropiede si beve la difesa e calcia fuori a fil di palo.
Al 70’ una palla persa a centrocampo concede un sussulto agli ospiti, che si ritrovano con il proprio centravanti a tu per tu con Desideri, è una questione di millesimi di secondo, il tiro sta per scoccare, quando con un intervento di precisione chirurgica Vicari da dietro riesce in scivolata a soffiare il pallone dai piedi dell’attaccante che si dispera.
L’arbitro ci pensa su un secondo e poi anziché concedere l’angolo indica il dischetto sventolando sotto il naso del difensore sambenedettese il cartellino rosso nell’incredulità degli stessi [...]

Leggi tutto l'articolo