23 febbraio 1933 - Quando Sandro Pertini rifiutò la grazia richiesta dalla madre... "macchierei la mia fede politica, che più di ogni cosa, della mia stessa vita, mi preme".

 

 
 
.
 
seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping
.
 
23 febbraio 1933 - Quando Sandro Pertini rifiutò la grazia richiesta dalla madre... "macchierei la mia fede politica, che più di ogni cosa, della mia stessa vita, mi preme".
 
Stabilimenti Penali di Pianosa
Al Presidente del Tribunale speciale
23 febbraio 1933
“La comunicazione che mia madre ha presentato domanda di grazia in mio favore mi umilia profondamente. Non mi associo, quindi, a simile domanda, perchè sento che macchierei la mia fede politica, che più di ogni cosa, della mia stessa vita, mi preme“.
Il recluso politico Sandro Pertini.
Pertini spiegherà in seguito:
“Per giustificare il gesto di mia madre, che io ho amato immensamente, devo spiegare com’erano andate le cose.
Quando lei era venuta a trovarmi a Regina Coeli, e io ero sotto processo, mi feci promettere che non avrebbe mai compiuto atti di debolezza, e soprattutto non avrebbe presentato domanda di grazia. La povera donna disse di sì. Ma accadde che io,...

Leggi tutto l'articolo