24°Puntata

Sig.Sols non mi dica che la Luisa d'incanto si e ritrovata gravida come se fosse caduto dal cielo una colomba trasparente? "La cosa che più mi importava e conoscere cosa gli passsasse per la testa alla lesbica, a differenza dei suoi familiari solo lei sapeva che la sua gravidanza era frutto di eventi misteriosi, non avrebbe mai avuto il coraggio di raccontare ai genitori la verità, tutti volevano sapere il nome del padre, in poche parole, volevano sapere chi aveva messo il biscotto nella marmellata.
Io osservavo le loro discussioni, le loro domande e solo io sapevo cos'era successo, mi sembrava di essere il padre eterno, quello che può dare la vita oppure toglierla.
Ridevo sotto i baffi finti che avevo" "Sig.Sols lo ha poi raccontato a Kaleb?" .....................................................
.....................................................
Caro Mario, ho la sicurezza che Kaleb non aveva messo il biscotto nella marmellata anche perchè il coglione si è addormentato sulla sedia appena fuori dallo studio del banchiere Gardena, pensavo di sfuggire dalle mie responsabilità ma non ce l'ho fatta, il biscotto nella marmellata della lesbica e il mio ho cercato di omettere dal raccontarlo ma non ci sono riuscito.
Subito dopo aver concluso lo scambio del dipinto vero con quello falso, uscito dallo studio vidi Kaleb che dormiva sulla sedia, e decisi di riportare la chiave dal banchiere, stavo scendendo per andarmene ma con la coda nell'occhio vedevo ancora quei seni belli sodi con quel corpo meraviglioso e non potevo andarmene così.
Decisi che non potevo lasciare il dolce, tanto dormiva bella e beata e sopratutto non l'avrebbe mai saputo .
Porca la miseria non avrei immaginato che nel dolce sarebbe uscito un uovo, al momento non ci pensi, nel cervello scatta una molla tipicamente animalesca di noi esseri umani, una razza troppo fragile dal punto di vista mentale" "Accidenti Sig.Sols aveva generato nel 79 un figlio" "Si caro Mario ma non avevo ancora connesso, vedevo il tutto o meglio dire, pensavo con grande curiosità a cosa fossero i pensieri della lesbica, chissà cosa avrei dato per entrare nella sua mente per una semplice curiosità, spiare le sue sensazioni.
Mi sedetti in rigoroso silenzio sulla poltrona poco distante dall'allegra famiglia a sentire i loro stupidi discorsi, tenendo tra le mani una fumante sigaretta che sembrava emanare dei segnali di fumo che nascondevano le mie risate ciniche e maligne, come un diavolo che prende per il culo le sue prede.
Andai in sovrapensiero, chissà a cosa pensavo non [...]

Leggi tutto l'articolo