24 Ore. Interventi PD e PDL

Da"OrizzonteScuola" 24 ore.
Gli interventi per il NO di PD e PDL alla VII commissione cultura.
Il Sottosegretario Doria sull'Unità Ieri PdL e PD sono interventui presso la VII commissione cultura alla Camera per ribadire la propria opposizione al provvedimento contenuto del DDL Stabilità che vorrebbe aumentare l'orario di lavoro dei docenti da 18 a 24 ore senza retribuzione.
Il Sottosegretario Rossi Doria interviene dalle pagine del quotidiano "L'Unità" per ribadire la necessità di una condivisione con il mondo della scuola per un grande processo innovativo Dalle pagine del quotidiano "L'Unità", il Sottosegretario all'istruzione, Marco Rossi Doria, ribadisce l'opposizione ad un provvedimento che provocherebbe ulteriori perdite di posti di lavoro.
"Stiamo lavorando - ha affermato - in questi giorni in Parlamento per modificare la legge di stabilità".
Per affrontare innovazioni profonde serve, afferma il Sottosegretario, "una grande discussione nazionale, fondata sulla partecipazione di chi va a scuola tutti i giorni".  La parola d'ordine sottesa è: flessibilità.
"L’innovazione che serve alla scuola - afferma Doria - deve fondarsi sulla rottura dello standard "una didattica uguale per tutti" per andare con coraggio verso attività organizzate in modi anche diversi dal gruppo classe, frutto di una programmazione collegiale dei docenti, di una riflessione ed autovalutazione su punti di forza e debolezza delle strategie e azioni messe in campo, come in parte già avviene in molte scuole.
Il tema che la politica e le istituzioni devono affrontare è trovare le risorse, mano a mano che l’economia nazionale darà segni di ripresa.
Infatti quei Paesi che hanno investito in sapere sono stati quelli che si sono difesi meglio dalla crisi.
Conoscenze diffuse, acquisite in modo rigoroso e nuovo, creeranno maggiore crescita".
Fin qui le parole del Sottosegretario.
Nel frattempo presso la VII commissione cultura alla Camera, gli Onorevoli Frassinetti (PdL) e Bachelet (PD) affrontavano la questione 24 ore.
Paola Frassinetti (PdL) non può fare a meno di fare riferimento all’aumento dell’orario per gli insegnanti della scuola pubblica da diciotto a ventiquattro ore settimanali, non associato ad un incremento di stipendio, bensì soltanto a quindici giorni di vacanza estiva in più, di cui era già consuetudine fruire, sebbene in modo non ufficiale.
Non si tratta, però, di una questione di risorse finanziarie: l’annoso tema della scarsissima retribuzione degli insegnanti è di per sé indipendente da questo nuovo [...]

Leggi tutto l'articolo