25 anni, mediocre

Bene.
Dopo tanta attesa trepidante, oggi sono arrivato al traguardo dei 25 anni.
Non penso tanto che è un terzo della vita media di una persona e quindi rimane meno da vivere, quanto al fatto di come ho vissuto questi 25 anni.
Mediocramente.
Penso, guardo con l'occhio della memoria e vedo che non ho fatto nulla.
Nulla di diverso da altri, solo cose che fanno tutti o quasi ossia studiare, laurearsi, sgobbare per "un lavoro che lentamente ti uccide", parafrasando una canzone dei Radiohead.
Nulla che mi renda veramente orgoglioso di me, che mi faccia dire COMPLIMENTI JACOPO.
E allora mi viene da guardare avanti e pensare che se nulla cambia la mia vita sarà sprecata come succede a tanti.Vorrei essere diverso da come sono perchè non mi piaccio, non mi sento una persona a posto, sempre in cerca di una stabilità che quando trovo faccio il possibile per mantenere perchè se la perdo so di precipitare nella paura e rialzarmi non è mai facile.
Mi sento carico di negatività ed errori che non riesco a correggere ma solo a peggiorare.Questi sono i miei 25 anni e questa è la mia confessione.

Leggi tutto l'articolo