25 aprile, eroi e partigiani sinti e rom

giovedì 25 aprile 2013da http://sucardrom.blogspot.it/2013/04/25-aprile-sinti-e-rom-eroi-e-partigiani.html Sinti e rom in tutta l'Europa occupata furono martiri e partigiani.
In Italia i sinti e i rom, dopo l'8 settembre del 1943, fuggirono dai campi di concentramento dove erano reclusi dal settembre 1940.
Molti vennero rastrellati dai fascisti e di nazisti ed inviati nei campi di sterminio, ma alcuni riuscirono a nascondersi e a partecipare alla lotta partigiana anche a costo della propria vita.
  Poche le notizie storiche, ad oggi si conoscono frammenti della storia di:Giuseppe “Tarzan” Catter, eroe partigiano sinto, ucciso dai fascisti nell’Imperiese, il suo distaccamento ne prese il nome, decorato al valoreWalter “Vampa” Catter, eroe partigiano sinto, Martire di Vicenza, fucilato l’11 novembre 1944Lino “Ercole” Festini, eroe partigiano sinto, Martire di Vicenza, fucilato l’11 novembre 1944Silvio Paina, eroe partigiano sinto, Martire di Vicenza, fucilato l’11 novembre 1944Renato Mastini, eroe partigiano sinto, Martire di Vicenza, fucilato l’11 novembre 1944Giacomo Sacco, partigiano sinto, partecipa alla liberazione di GenovaGiuseppe “Tzigari” Levakovich, partigiano sinto nella Brigata “Osoppo” in Friuli Venezia GiuliaRubino Bonora, partigiano sinto nella Divisione “Nannetti” in Friuli Venezia GiuliaAmilcare “Corsaro” Debar, partigiano sinto, staffetta e poi partigiano combattente nella 48° Brigata Garibaldi “Dante Di Nanni”Vittorio “Spatzo” Mayer, partigiano sinto in Val di NonMirko Levak, partigiano rom, scappato dal campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau si unisce ai partigianiFioravante Lucchesi, partigiano sinto nella Divisione Modena ArmandoBattaglione “I Leoni di Breda Solini”, formato unicamente da sinti italiani, fuggiti dal campo di concentramento di Prignano sul Secchia (MO), operò nel mantovanoPubblicato da u velto alle 08:00:00 Etichette: partecipazione

Leggi tutto l'articolo