26/10/2019 Vedo le mura, gli archi, le colonne

"O Patria mia, vedo le mura, gli archi, le colonne e l'erme torri egli avi nostri, ma la gloria non vedo, non vedo il lauro e il ferro, ond'eran carchi i nostri padri antichi.
Or, fatta inerme, nuda la fronte e nudo il petto mostri."Questo scriveva Leopardi, quando l'Italia era ancora una patria.
Cosa scriverebbe  oggi, quando il ferro è in mano ai malavitosi, e spesso anche il lauro, quando i nostri politici non  pensano che a ingrassare e tirarsi a lucido (vedi evidenti cambiamenti nel vestiario di coloro che hanno appena arraffato una poltrona di senatore o di deputato), quando chi denuncia un sopruso deve farlo a rischio della vita (la protezione a questi coraggiosi  viene concessa di rado), quando si può essere, specie se vecchi, aggrediti e uccisi a calci e pugni nella propria abitazione senza essere autorizzati a usare un'arma, quando stiamo subendo una viscida invasione da parte dei musulmani, che vengono da noi perché in miseria o perseguitati, ma hanno già cominciato a far va...

Leggi tutto l'articolo