3-2-1! 3 attori, 2 spicci, 1 film piuttosto carino.

Trama: Due ex galeotti, Vic e Danny, progettano il sequestro perfetto.
O almeno così credono.
La vittima designata è Alice Creed, figlia di un magnate, e l’obiettivo è, ovviamente, chiedere un riscatto milionario.
Alice viene presa in ostaggio e rimane chiusa in una stanza legata ad un letto, ma non tutto andrà come previsto… "La scomparsa di Alice Creed" è un film thriller inglese di J Blakeson (sua la sceneggiatura di "The Descent: Part 2"), con Eddie Marsan (Lestrade nei due "Sherlock Holmes" con Robert Downey Jr.), Gemma Arterton (la principessa di "Prince of Persia: le sabbie del tempo") e Martin Compston, uscito nel 2009.
E' la dimostrazione che si possono fare film tutto sommato interessanti, con pochi soldi (800.000$) e pochi attori (tre attori in tutto il film).
Certo, non si tratta sicuramente di un capolavoro e la trama non spicca sicuramente per originalità (ci sono uno o due colpettini di scena, ma niente di ché), però è un film che si lascia guardare per tutti i 100' di durata senza annoiare e senza strafare.
La cosa più interessante, tuttavia, sono le zinne di Gemma - il tettometro segna 6/10, (quelle tettine non saranno granché ma, dopo averle desiderate in PoP, non fa certo male vederle finalmente scoperte) -, impegnata anche in una (brevissima) scena sexy.
Anche se, per ovvi motivi di copione, è molto più scompigliata e meno sexy, rispetto alla Tamina di PoP.
Carino.
6/10

Leggi tutto l'articolo