30 novembre: incontro con Giusy e Riccardo a Pieve Emanuele

Un’esperienza nata dal cuore … È stato il desiderio sincero di dare qualcosa di sé, gratuitamente, che ci ha fatto decidere di partire, anche se per un breve periodo … Ma, inaspettatamente, siamo stati noi a ricevere più di quello che potevamo dare!” Haiti: un nome che, grazie alle bellezze naturali di cui gode, potrebbe significare il ricordo ...    ...
di una magnifica vacanza, come Jamaica o Bahamas.
Ed invece è un nome che tutti asso-ciano alla povertà dilagante che lo attanaglia, ai frequenti uragani che lo devastano e al tremendo terremoto che, a gennaio scorso, ha distrutto so-prattutto Port-au-Prince, la capitale e più popolosa città della repubblica haitiana.
Coloro che stanno scrivendo – un’insegnante della Scuola Materna “Collodi”, ben conosciuta da molte famiglie di Pieve, e suo marito – hanno voluto dedicare le vacanze estive ad aiutare un centinaio di orfanelli a causa del terre-moto che erano stati accolti in una struttura sita nella città di Port-de-Paix, nel nord di Haiti, costruita pochi anni fa dai volontari italiani di A.N.P.I.L.
(Amici Nella Promozione Internazionale Lasalliana, www.anpil.org), (una ONLUS che si richiama all’opera educativa dei Fratelli delle Scuole Cristiane, la congregazione fondata nel 1680 da San Giovanni Battista de La Salle, Patrono degli Educatori).
Con la collaborazione delle società Edison ed Edipower, fra le principali produttrici di e-nergia elettrica del nostro paese, dalla metà di giugno un nutrito gruppo di volontari si sta alternando, a turni quindicinali, per andare da quei bambini.
Sul nostro blog (http://riccardociani.myblog.it) si possono trovare maggiori notizie sul soggiorno e sull’iniziativa in corso.
La sera del 30 novembre, presso l’auditorium S.Alessandro - insieme a Widny, un ragazzo haitiano che in questi giorni si trova in Italia – racconteremo la nostra semplice esperienza e illustreremo le iniziative di aiuto che stiamo attivando a Pieve.
    2volantino x Haiti.pdf

Leggi tutto l'articolo