31-10-17, cent'anni fa la Grande Guerra in Val del Lago

 31 OTTOBRE 1917 Sul forte di Monte Festa Migliorate le condizioni atmosferiche, il forte rettifica i suoi tiri.
Le comunicazioni coi comadi di fondovalle sono difficili perché mancano le linee telefoniche dirette .
si sostituiscono cogli eliografi, i quali però consentono di corrispondere soltanto con atmosfera esente da nebbia.
In mancanza di telefono e di eliografo le comunicazioni si eseguiscono lentamente a mezzo staffette.
I tiri vengono alternati con le tre batterie da 149A, 149G, e da 75A per modo che ognuna aggiusti il proprio tiro su tutti gli obiettivi più importanti.
I presidio del forte è tuttora all'oscuro circa i movimenti delle truppe operanti al di là della propria zona di diretta osservazione. Ad Avasinis era sempre senza esito l’ordine di sfollamento: il sacerdote rinunciò a informare la popolazione della direttiva: Ritorno dal comandante e dichiaro che non intendo proseguire, che il popolo mi risponde picche (offendendomi).
Allora si manda un altro, il Tinela (Asse...

Leggi tutto l'articolo