360° Economia Quotidiana

In un anno, tra il 2006 e il 2007, gli stranieri residenti a Roma sono aumentati del 6,3%.
In totale si tratta di 278.540 persone, per la maggior parte donne (53%).
Sono questi alcuni dei dati emersi dal IV Rapporto dell’Osservatorio romano sulle migrazioni della Caritas.
A Roma l’incidenza della popolazione straniera rispetto agli italiani è quasi del 9%, ben al di sopra della media italiana che si attesta sul 5%.
Per numero di stranieri Roma è seconda solo a Milano.
Più di 100 mila residenti stranieri sono europei (solo una minoranza di questi proviene però da Paesi della Ue).
La comunità rumena è di gran lunga la più numerosa tra quelle europee con 31.918 persone, pari al 12,7% del totale.
Gli stranieri di cittadinanza africana sono più di 38 mila, con la comunità egiziana che è la più numerosa, seguita da Marocco, Etiopia e Nigeria.
Sono di cittadinanza asiatica circa 73.152 stranieri, con prevalenza di filippini, cinesi e bengalesi.
Gli americani infine sono il 14,6% del totale.
La comunità più numerosa è quella peruviana (10.747 persone) seguita da quella ecuadoregna e brasiliana.
Sono quasi 5 mila i cittadini statunitensi.
Nel settore energetico il prezzo del petrolio non accenna a stabilizzare, sia per la mancata risposta positiva dei paesi produttori che si rifiutano aumentare la produzione che per risposte alternative in tempi realistici.
A questi fattori si dovranno aggiungere le interminabili speculazioni di mercato.
Il prezzo del petrolio ormai ha toccato la soglia dei 111 dollari al barile a New York bruciando così l'ennesimo record.
Il greggio con consegna ad aprile ha ripiegato poi a 110,78 dollari.
Nel frattempo il prezzo del Brent a Londra sfonda quota 107 dollari al barile e vola al nuovo picco di 107,46 dollari.
La produzione industriale in Cina rallenta a gennaio e febbraio a causa della stretta creditizia del governo e del rigido inverno, che ha costretto molti impianti ad interrompere l'attività.
La crescita della produzione industriale frena al 15,4%, il livello più basso dal dicembre 2006.
A dicembre dell'anno scorso la produzione industriale cinese era salita del 17,4%.
Sempre nello stesso periodo in Cina le vendite al dettaglio sono cresciute del 20,2% a gennaio e a febbraio rispetto a un anno fa, ai massimi dal 1999.
Gli analisti si aspettavano un aumento del 20%.
La compagnia aerea svizzera Swiss nel 2007 ha raddoppiato l'utile operativo da 231 a 571 milioni di franchi.
I primi difficili anni di vita della compagnia che era succeduta a Swissair nella primavera del 2002 [...]

Leggi tutto l'articolo