5 Novembre 2007 - 402 anni dalla congiura delle polveri

Questa è la vera storia della congiura delle polveri e del motivo per cui si commemora il 5 Novembre.
La congiura delle polveri fu ideata nel maggio del 1604 da un gruppo di cattolici (Robert Catesby, Thomas Percy, John Wright, Robert Keyes, Thomas e Robert Wintour) con l’intento di uccidere il Re Giacomo I e instaurare un nuovo regno cattolico.Bisogna fare una puntualizzazione, sotto il regno di Elisabetta I ci fu una rigida politica religiosa e fu consolidata definitivamente la Chiesa anglicana.
Si credeva che con Giacomo I, successore di Elisabetta I, si potesse realizzare l’unione dei due Regni di Inghilterra e di Scozia e attenuare i contrasti religiosi in quanto Giacomo I era figlio della cattolica Maria Stuarda.
Ma non fu così; Giacomo I continuò a seguire la linea tracciata da Elisabetta I.Bisogna anche ricordare che ogni problema religioso aveva conseguenze politiche ed economiche.Giacomo I sembrava dapprima orientato ad abolire le multe che i cattolici erano costretti a pagare per esentarsi dalle cerimonie anglicane, ma il primo ministro Sir Robert Cecil, conte di Salisbury, fece notare al Re che quel denaro serviva a stipendiare alcuni funzionari di corte.
Quindi il Re cambiò opinione e progettò di allontanare dall’Inghilterra i preti cattolici.
Con queste premesse si puo’ immaginare che i cattolici non avessere certo "vita facile".Guy Fawkes, fu introdotto al gruppo di cospiranti da un uomo chiamato Hugh Owen.
Avendo una buona conoscenza dei materiali esplosivi, si pensa che sarebbe stato l’esecutore materiale di questo attentato.Nel marzo del 1605, Thomas Percy affittò una cantina sottostante al parlamento.
Fawkes e gli altri riempirono la stanza con 36 barili contenenti 2500 kg di polvere da sparo.
Si dice che il piano originale prevedesse lo scavo di una galleria che portasse sotto la sala delle riunioni della Camera dei Lord.
L’esplosione sarebbe stata di enorme entità provocando la completa distruzione di parecchi edifici.Il progetto era di far saltare in aria il Parlamento durante la cerimonia di apertura dove il Re sarebbe stato presente.
Sembra, non è accertato, che i cospiratori avessero progettato di rapire il figlio minore di Giacomo I e farlo poi proclamare Re con l’aiuto della Spagna.Ma alcuni cospiratori erano preoccupati per i cattolici che sarebbero stati presenti in parlamento proprio nel giorno dell’attentato.Uno dei congiurati, Mark Thresham, scrisse una lettera al cognato Lord Moteagle, avvertendolo del pericolo.
Questi si insospettì e mostrò la lettera al primo [...]

Leggi tutto l'articolo