5 motivi per prendere sul serio Macron. Con questi motivi ne aggiungiamo un’altra finale: i progressisti italiani saranno capaci di raccogliere, senza pregiudizi ma con entusiasmo e lungimiranza, la sfida visionaria lanciata dal presidente francese?

In questi giorni il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron lancia la sua iniziativa per un “Rinascimento europeo”. E l’Italia che conta – media di regime, opinionisti con il sopracciglio alzato, accademici benaltristi, sinistra unionista e cacadubbi – che cosa fa? Con il provincialismo che la contraddistingue ignora la novità. Nel migliore dei casi la giudica con riluttanza o con sospetto.
Viceversa, bisognerebbe prendere sul serio Macron. Ecco perché.
1. Cittadini, non popolo.Nella lettera preparata in vista delle elezioni europee di maggio (che potete leggere anche sul sito di Libertà Eguale), Macron si rivolge direttamente ai cittadini europei.
La cosa non soltanto non è per nulla scontata, ma rappresenta una vera e propria rivoluzione. In questi decenni di unità europea i capi di governo nazionali si sono sempre rivolti ai propri concittadini con un rispetto quasi automatico della giustapposizione intergovernativa tipica della costruzione europea. Per la prima vo...

Leggi tutto l'articolo