5 settembre 1957, la Viking Press pubblica “Sulla strada” di Jack Kerouac

    Il 5 settembre 1957 esce  nelle librerie statunitensi  “Sulla strada” di Jack Kerouac, il manifesto della "Beat generation”,  il movimento artistico, letterario, e musicale che negli anni 50 e 60 si sviluppò negli Stati Uniti facendosi  portavoce delle inquietudini delle nuove generazioni, opponendo alle convenzioni sociali americane del dopoguerra  un’esistenza in fuga, vissuta ai limiti, sulla strada, tra sesso, droga e alcol, ma anche con spiritualità e misticismo,  uniche vie possibili da percorrere per la conoscenza di se stessi.
Il contesto storico nel quale prende vita il movimento è quello di una forte crescita economica con tutte le contraddizioni che essa comporta, delle tensioni razziali, dell’inizio della guerra fredda, del propagarsi di un  forte sentimento nazionalista e conservatore.
  “Eravamo una generazione di furtivi.
Capisci? Sapevamo dentro di noi che non serve a niente sbandierare chi sei a quel livello, ossia a livello del pubblico.
Era un modo di essere beat - cioè di impegnarci, con noi stessi, perché per noi tutti era chiaro a che punto eravamo: stufi di tutte le forme, di tutte le convenzioni del mondo” Jack Kerouac    “Beat è il viaggio dantesco, il beat è Cristo, il beat è Ivan, il beat è qualunque uomo, qualunque uomo che rompa il sentiero stabilito per seguire il sentiero destinato”  Gregory Corso,    “Aiuteremo a modificare le leggi che governavano i cosiddetti paesi civili di oggi: leggi che hanno coperto la Terra di polizia segreta, campi di concentramento, oppressione, schiavitù, guerra, morte “ Allen Ginsberg       Beat ha il ritmo della musica jazz, la spiritualità dello Zen, il misticismo del cattolicesimo e del taoismo, ed un idolo assoluto, Henry Miller, portavoce sofferto delle  < possibilità libertarie e rivoluzionarie (in senso non politico … ) dell’individuo .
… L’uomo doveva trovare in sé, nella propria indipendenza ribelle, nella propria vitalità gioiosa, la forza per sottrarsi alla stretta della socialità … uscire dal lungo incubo ..dell’alienazione e della massificazione contemporanea attraverso una riappropriazione ed una esaltazione della pienezza dell’esistenza del singolo > (Guido Davide Bonino) “Con i beats sono sorti in America, a ridosso della fine della seconda guerra mondiale, tutti i più importanti movimenti di emancipazione civile, sociale, libertaria e di difesa dei diritti civili di ogni comunità minoritaria di tutto il mezzo secolo scorso.
Tra questi il movimento degli hippies, il [...]

Leggi tutto l'articolo