5 sfide in aperto per il nuovo presidente di Yahoo!

Prendere oggi la direzione di Yahoo non è il minimo delle sfide che un manager possa affrontare infatti su una scala di difficoltà che va da 1 a 10, questo compito merita senza dubbi un 11.
Yahoo funziona come un tipo di esperimento scientifico.
Occorre, dunque, che i suoi problemi siano abbordati metodicamente da qualcuno imperturbabile e pragmatico, e l'ex numero uno di Autodesk e nuovo amministratore delegato di Yahoo! Carol A.
Bartz ha sulla carta queste qualità.
E se Carol Bartz riesci in questo compito, diventerà una leggenda vivente e non solo per chi lavora nel settore delle tecnologie mediatiche e informatiche.
Ecco le sfide che attendono questa donna di 60 anni, ex-dirigente molto rispettata di Autodesk, il colosso americano del software per la grafica e l'imaging in 2D e in 3D, che ha fatto passare in 14 anni questo produttore di software da 285 milioni a 1,5 miliardo di dollari di fatturato.
1 – Regolare l’affare Microsoft È chiaro, anche dopo la sostituzione di Jerry Yang, Microsoft non è più interessata a un acquisto della totalità di Yahoo.
Le azioni del gruppo Internet “navigano” tuttavia oggi attorno ai 12 dollari, mentre la proposta d'acquisto di Microsoft aveva raggiunto a suo tempo i 33 dollari.
Qualche ravvicinamento non è tuttavia escluso ciò potrebbe essere del resto soltanto una questione di giorni, grazie all'arrivo della nuova dirigente, da sempre più favorevole al dialogo.
Questo ravvicinamento non riguarderebbe tuttavia che l'attività di ricerca.
Lo scenario preso in considerazione - rivendita del motore Yahoo o semplice partnership? – la strategia ad oggi non è chiara.
L'arrivo di Carol Bartz potrebbe anche rilanciare i negoziati con Time Warner per una fusione con AOL.
2 – Valorizzare le pepite Yahoo non ha certamente riacquistato YouTube neanche MySpace, tuttavia dispone nel suo grembo di vere pepite del web.
È il caso, ad esempio di Flickr e Del.icio.us, rispetivamente servizi di scambio di fotografie e di social network.
Ancora, occorre valorizzarli Del.icio.us, il cui creatore ha appena arricchito le file di Google, che ha ritardato negli ultimi tempi a rinnovarsi riguardo ai movimenti dei suoi competitori.
E piuttosto che di condurre gli internauti verso Flickr, Yahoo ha, a lungo, mantenuto una sezione ”fotografia” completamente superflua e controproducente.
Dunque, come ciò gli era stato suggerito da uno dei suoi manager, in un appunto famoso, "Yahoo deve separare, per concentrarsi su ciò che funziona".
3 – Non perdere la mano nella pubblicità Yahoo ha [...]

Leggi tutto l'articolo