50 sfumature di Grigi

Nel marasma incasinato del "sentito dire" ufologico, spicca la convinzione di conoscere a fondo la razza  dei "Grigi".
E' sufficiente immaginarci un esserino di 1,40 con occhi grandi, naso circonciso e bocca quasi inesistente. Spesso scalzo (ma non hanno mai freddo, sti alieni?) e con unghie appena manicurate.
Si scrive Grigi, ma si sta generalizzando. E' come dire che in Oriente esiste solo la razza cinese.
Dimenticandoci che tra Filippine, Singapore, Malesia, Giappone e Tailandia  esistono milioni di persone con caratteristiche somatiche abbastanza simili da quelle cinesi, variando leggermente il colore della pelle, l'altezza e l'ampiezza delo sguardo.
Il Grigio dell'ufologia e' quindi un'accozzaglia di razze simili ma, per caratteristiche fisiche e psichiche, molto differenti. Purtroppo l'ufologo medio sa creare confusione.
Secondo quanto piu' volte affermato dalle Guide, l'unica sottoclasse davvero temibile ed aggressiva e' quella proveniente dalla costellazione di Zeta Reti...

Leggi tutto l'articolo