70° Inca Cgil

70° Inca Cgil.
Piccinini, l'attualità del modello di patronato voluto da Di Vittorio “Credo che la modernità di Di Vittorio sia sotto gli occhi di tutti.
La sua idea di sindacato come quella dei diritti dei cittadini lavoratori sono attualissime.
Quando nel gennaio del 1945, al primo Congresso della Cgil unitaria, si cominciò a parlare della costituzione dell’Inca, si aprì un dibattito attorno a due quesiti.
Primo: il patronato doveva rivolgere la sua azione di tutela individuale a tutti i cittadini, o solo agli iscritti? Secondo: le prestazioni del patronato dovevano essere a pagamento o gratuite?  Decisiva fu, su entrambi gli aspetti, la risposta di Di Vittorio: il patronato doveva offrire servizi gratuiti e rivolti a tutti i cittadini".
E' uno dei passaggi dell'intervista a Morena Piccinini, presidente Inca, del periodico "Il diario del lavoro".  "Questo è il modello che è stato poi assunto anche dagli altri patronati - prosegue la Presidente dell'Inca Cgil - che sono nati negli anni successivi e che è stato anche riconosciuto dalla legge.
Un modello, peraltro, originale del nostro Paese e, secondo noi, tutt’ora validissimo.
E’ a difesa di questo modello che ci siamo battuti quando, in sede di impostazione della legge di stabilità, sono stati proposti tagli pesantissimi ai rimborsi ministeriali che ci vengono riconosciuti proprio in funzione del valore sociale della nostra attività.”   Il testo integrale dell'intervista di Ferdinando Liuzi è al seguente indirizzo http://www.ildiariodellavoro.it/adon.pl?act=doc&doc=55485#.VWR7e75H6po

Leggi tutto l'articolo