A Clermont Ferrand i corti dei registi Giacomo Abbruzzese e Grazia Tricarico

Al Festival Internazionale del cortometraggio di Clermont Ferrand, in programma dal 30 Gennaio partecipano i registi Giacomo Abbruzzese (nella Foto) di Taranto e Grazia Tricarico di Foggia.
I due filmaker pugliesi portano rispettivamente Stella Maris nella sezione «Compétition National» e il corto di fiction Persefone nella sezione «Compétition Internationale.» I lavori sono stati entrambi sostenuti da Apulia film commission.
Stella Maris è scritto e diretto da Abbruzzese, con Federico Pacifici, Guendalina Cardea, Angelo Losasso e Bruno Soriato, ambientato in un piccolo paese dimenticato del Sud Italia e racconta la storia di un artigiano, delle luci e di sua figlia, di un sindaco orbo, di fuochi d’artificio come bombe e della street-art come rivoluzione.
Persefone (Italia 2014, 18’) con Ciro Contessa e la modella Olga Shuldyk, è girato ineramente alle Isole Tremiti, prodotto dal Centro sperimentale di Cinematografia dove la Tricarico si è diplomata, si affida a un linguaggio tutto onirico e poetico.
Nicandro, sedotto dalla dea Persefone, non può scegliere la propria natura.
Una favola oscura in cui le immagini, baciate dal sole d’oro, vedono un giovane subacqueo sulla costa del mare Adriatico nel sud Italia che trova un altro tipo di meraviglia naturale tra la bontà del mare: una bella donna.
La stessa regista racconta le sue esperienze in un'intervista alla rivista Le Poulailler: «Il ruolo delle donne è molto ambiguo e rappresenta un aspetto inatteso del femminile.
Il corpo femminile è un motore di narrazione, con valori molto precisi: sessualità e mutazione, in quanto prevede di cambiare il corpo e generare un'altra vita. Questo porta all'erotismo, all'armonia delle forme.
Il titolo Persefone viene da Ovidio: è un mortale che diventa Regina degli Inferi.
Da qui nasce una riflessione su Eros e Thanatos: sono due forze che da sempre coesistono nella mente umana.
In alcune persone, l'inclinazione verso la morte è più forte, e direttamente legata alla sessualità, alla vita.»

Leggi tutto l'articolo