A Lavori ultimati i parchi giochi saranno due

Pochi ancora sanno che i bambini di Olevano avranno, a lavori di riqualificazione ultimati dell’area ex Museo, due parchi giochi.
Uno previsto nel cortile dello stabile di via Battisti e il secondo nel prato via Turati.
Un anno di battaglie e di interrogazioni avanzate dalla minoranza, per vedere qualche risultato e dare la possibilità ai giovani e alle famiglie di avere un luogo di ricreazione e aggregazione.
Finalmente prima dell’estate qualche cosa è successo ma come in tutti i casi di orgoglio e di leggerezza non è stata individuata purtroppo la scala dei grigi ma solo del bianco e nero, ovvero del troppo o del nulla.
Le casse del Comune, non sicuramente rigogliose di euro, sopporteranno anche la spesa di un secondo acquisto di attrezzature per il divertimento dei più piccoli.
Non ci sarà quindi un riutilizzo dei giochi, come si presumeva, nell’area del rinnovato ex Museo contadino dei giochi di via Turati.
Una altra opportunità perduta di ottimizzare le risorse, già sempre più scarse.
Dalla cronaca de La Provincia Pavese del 02 agosto 2013 Via Turati, sostituiti i giochi «Adesso sono a norma» Olevano – I giochi dell’area di via Turati sostituiti con altri nuovi.
Lo ha chiarito in Consiglio il sindaco Luca Mondin durante la discussione sull’interrogazione della minoranza “Un cuore civico per Olevano”: la maggioranza ha bocciato anche la proposta di ripristinare il parco di piazza della Libertà.
«Le attrezzature ludiche – ha spiegato Mondin – provenienti dal parco giochi di via Battisti erano stato collocate in via Turati per errore.
Ora l’area di via Turati accoglie giochi nuovi a norma di legge».
Il tema del nuovo parco giochi si trascinava da alcuni mesi.
I due gruppi di minoranza avevano sostenuto la petizione promossa dai genitori olevanesi, con 200 firme.
«Attraverso questa interrogazione – ha detto Marco Ariatta, consigliere di “Un cuore civico” – abbiamo voluto capire e mettere in evidenza la decisione di smantellare lo spazio ricreativo dopo una prova durata sei giorni».
Per aver chiaro il quadro temporale, il Comune aveva installato un’altalena e un dondolo l’8 aprile scorso facendoli rimuovere il 13 aprile.
(u.d.a.)

Leggi tutto l'articolo