A Mamma Vespucci

A  mamma Vespucci di Peppino Mura socio di Nuoro
dal giornale "Marinai d'Italia" del Novembre  1987
 
Una volta marinaio......
 
.....marinaio per sempre
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Bordata ogni vela nel vento
corri ancora, mia nave, nel tempo
coi pennoni "bracciati per tutto"
ed i baffi di prora... a lambire
la dorata polena.
 
E ritorno alle "guardie alla mostra"
alle "virate di prua"
alle panne improvvise... alle cappe,
ai "giri di barra"
dei sei mesi trascorsi in crociera,
non ancora ventenne,
in cui empivo d'orgoglio
e di salso sapere
la mente.
 
Ritorno nel tempo a quei giorni
in cui "a riva"
sulla dritta ! a varèa
del controvelaccio
tremavo nel vento
artigliato
imparando a serrare la vela
ed a premere in cuore
quei tonti più forti del tuono.
 
Poi, fra tempesta e bonaccie
imparammo ad amarti
mentre tu ci cullavi
materna.
 
E più che scimmie diventammo gabbiani,
volando fra stralli e amantigli,
levando nel vento gli "urrà"
che sul mare mi par risentire :
quei saluti alla voce che a...

Leggi tutto l'articolo