A Milano la finalissima dei mondiali di bici senza freni

Si chiama Rockstar Red Hook Criterium, la gara su strada per bici da pista, quindi a rapporto fisso e senza freni, più famosa al mondo.
Quattro le tappe in tutto, si parte dagli Stati Uniti e si arriva in Italia, passando da Gran Bretagna e Spagna.
Il prossimo 10 ottobre gran finale a Milano, dove in zona Bovisa si eleggerà il campione 2015, in una gara che si preannuncia combattuta come non mai.
Oltre 300 gli atleti atterrati a Linate da cinque diversi continenti, si giocheranno i 95 posti in griglia, assegnati ad altrettanti migliori tempi sul giro.
Come da tradizione il tracciato è urbano e si corre di notte, tutte caratteristiche in grado di rendere spettacolare un evento dal carico di adrenalina decisamente alto.
1250 i metri da percorrere per un totale di 24 volte, dove servono muscoli ma anche tanta abilità ed esperienza.
Gli atleti provengono da diverse discipline, la pista sicuramente, ma anche la strada, la mountain-bike.
Non mancano gli urban messanger, solitamente meno preparati atleticamente ma avvantaggiati perché abituati a pedalare lungo tracciati urbani.
Buone le speranze azzurre, ben 5 gli italiani nei primi 10 posti della classifica, con l’ex gregario di Marco Pantani Ivan Ravaioli sopra tutti, grazie alle vittorie di Brooklyn e di Barcellona.
La classifica è molto aperta ma almeno un azzurro sul podio quest’anno ci dovrebbe salire.
Red Hook Criterium prevede anche una gara femminile, ben 40 le donne sulla linea di partenza, per un movimento in crescita anche in termini di quote rosa.
L’evento inizierà a mezzogiorno di sabato prossimo, con le batterie di qualificazione, poi al calar della notte toccherà alle ragazze aprire le danze con la gara femminile e, a seguire, l’attesissima ultima gara dell’anno che sancirà il più forte atleta senza freni dell’anno.

Leggi tutto l'articolo