A Nany ( Carla)

Il ricordo si perde nella notte dei tempi....lo sguardo scorre veloce oltre il crepitio del caminetto, nel pomeriggio invernale...Lo spazio e il tempo muta, ove gli occhi della mente si soffermano, arenandone la corsa....Quel remoto meriggio, lei non mi dedicava premure , conferiva discorsi con gli adulti, ed io gelosa,che il suo essere fosse discosto...anelavo amareggiarla ...
mi ero rincantucciata in un anfratto del grande albergo sul mare, nelle vacanze pasquali.....A un certo punto che mi parve eterno ...venne a cercarmi....ma quando mi feci scovare, invece di cingerle le braccia intorno al collo come sempre ...la evitai ...non proferendo parola ...
nel mio interno albergava un senso di vittoria e affetto...lei ...dura ...fredda...aveva un debole per me e questo ne era il modo di esternare il sentimento...
Sempre, abbiamo avuto un rapporto in esclusiva ...l amore che ci ha legato é stato piu profondo di un abisso ...malgrado non fosse in grado di essere affettuosa né io di pretende...

Leggi tutto l'articolo