"A Natale mi sposo" e alle nozze ci pensa la Canalis

  Boldi anticipa il cinepanettone e porta tutti sulle nevi di Saint Moritz   Altro che George Clooney, Elisabetta Canalis perde la testa per Massimo Ceccherini e lui la rifiuta! Un copione del genere si può vedere solo al cinema ed è una delle tante storie improbabili di A Natale mi sposo, il cinepanettone di Massimo Boldi diretto da Paolo Costella (nelle sale dal 26 novembre), che anticipa le Feste, nonostante il titolo, e ci porta sulle nevi di Saint Moritz.
Vestita "attillatissima" con leggins neri lucidi e canottiera beige, la Canalis ha presentato il film con il numeroso cast di attori comici tra cui Vincenzo Salemme, Enzo Salvi, Massimo Ceccherini, Teresa Mannino e naturalmente Boldi.
Per lei, dopo Natale a New York con Christian De Sica, si tratta della seconda pellicola del genere e della seconda collaborazione con Boldi con cui ha girato La fidanzata di papà.
In A Natale mi sposo tutto ruota intorno al matrimonio tra due giovani sulle nevi svizzere, fatto più per sistemare il patrimonio sperperato della coppia di genitori Brilli-Salemme, che per amore.
Ma quando la futura sposa, durante una vacanza romana, incontra una sua ex-fiamma, guarda caso il figlio di Boldi, chef di una trattoria verace che aspira a diventare cuoco internazionale, le cose si complicano.
Il ragazzo, ancora innamorato, porta la banda del padre e dei suoi aiutanti Massimo Ceccherini ed Enzo Salvi sulle nevi di Saint Moritz per organizzare il banchetto di nozze e riconquistare il suo amore, tra situazioni assurde, storie che nascono, coppie che scoppiano e altre gag.
Elisabetta Canalis interpreta la wedding planner Paloma, "un personaggio un po' superficiale che pensa solo al suo lavoro finché non si prende una cotta per Ceccherini e scopre l'amore", come ha raccontato lei stessa.
"Mi sono divertita a fare questo film, scelgo sempre ruoli che mi piacciono e cast divertenti, sono stata fortunata e spero di continuare, anche se il mio primo amore è stata la tv e vorrei condurre una trasmissione.
Negli Stati Uniti è più difficile perché non ho un inglese fluido e veloce e non sono così conosciuta, vedremo in futuro".
Bocca cucita sul suo compagno, la futura reginetta di Sanremo con Belen si è lasciata sfuggire ben poco: "George non mi ha dato consigli di recitazione.
Io sono stata a vederlo lavorare sul set da osservatrice, ma questo è un ruolo comico molto diverso da quelli che fa lui.
C'era poco da prendere, siamo di due calibri ben diversi!".  Massimo Boldi dal canto suo, è tornato per la prima volta dopo la [...]

Leggi tutto l'articolo