A PROPOSITO DI QUELLA STORICA...LEGGENDA

 
di Piero Murineddu
Il caro ziu Andria Piru (per i non indigeni, Andrea Pilo), nei suoi "Ammenti..." (Ricordi), aveva creduto opportuno inserire anche materiale non prodotto direttamente da lui. In queste due paginette, tal Marcello Serra, in uno scritto del 1963, parla di una sua visita nella Romangia, cogliendo l'occasione per parlare della LEGGENDA legata a questa statuetta con Maria e Bambino tanto venerata da queste parti, alla quale vicenda addirittura il Vaticano ha posto il suo sigillo. Per i non indigeni, una statua che, non contenta di alloggiare nella chiesa parrocchiale, ha preteso un santuario tutto suo ( facendo parlare un muto ecc ecc....). Leggenda e non storia, al contrario di quanto si ostinano a pensare le devotissime sorsinche, con al seguito i propri mariti, se ancora viventi, da loro ben calzati e ben vestiti, si capisce..... "Naturalmente" questa convinzione di effettiva storicità è incoraggiata e confermata dalla predicazione dei serafici custodi del Santuari...

Leggi tutto l'articolo