A che ora devono andare a letto i bambini in base all’età

Quanto può essere difficile, per mamma e papà, il momento della nanna.
Se il bimbo è molto piccolo, spesso farlo addormentare nel suo lettino è complicato, e richiede decine di tentativi e infinita pazienza; quando poi cresce, è ancora più dura convincerlo a staccarsi da giochi, consolle e televisione per "costringerlo" ad andare a letto.
Tuttavia, è proprio per la salute dei bambini che andare a letto presto è importante: secondo uno studio australiano, le famiglie i cui bimbi vanno a letto prima delle 20.30 godono di una migliore salute mentale derivante dall'atmosfera serena e tranquilla che in casa si respira.
Ma cosa significa, esattamente, mettere un bimbo a dormire presto? Ovviamente, l'orario del sonno dipenderà molto dall'età che il proprio figlio ha.
Nei primi due mesi di vita, i piccoli dormono tra le 10 e le 18 ore al giorno: alcuni lo fanno per diverse ore di seguito, altri con sonnellini più brevi (di qualche decina di minuti).
Dai 3 mesi ai 3 anni, poi, le ore di sonno diventano 12-14: in genere, dormono tra le 9 e le 12 ore durante la notte, mentre durante il giorno fanno pisolini che vanno dai 30 minuti alle 2 ore.
Dai 3 ai 5 anni le ore di sonno sono tra le 11 e le 13, dai 6 ai 12 anni diminuiscono a 10-11, e dai 12 anni in poi si stabilizzano sulle 9 ore di sonno a notte.
Far sì che un bambino rispetti questi ritmi previene l'insorgere di disturbi comportamementali ed è un valido aiuto contro il sovrappeso.
Ma a quale ora i bambini vanno messi a letto? Quando vanno a scuola, e la suona sveglia intorno alle 7.00, sarebbe bene fissare l'ora della nanna alle 21.00 per i bimbi sino ai 12 anni.
Quando diventano più grandicelli, ecco che potranno addormentarsi anche intorno alle 22.00.
Più difficile, ma non impossibile, è stabilire una routine del sonno corretta nei bimbi piccoli: in genere, l'età migliore in cui iniziare a farlo è tra i 6 e i 9 mesi.
L'orario giusto per l'inizio della nanna, in questo caso, va dalle 20.00 alle 20.30.
I bambini che hanno una buona routine sonno-veglia sono più protetti dal rischio di sviluppare sovrappeso e obesità, hanno meno probabilità di incorrere in sonni agitati e - cosa non da poco - regalano a mamma e papà un importante benessere emotivo.
Ecco perché stabilire tale routine è importante.

Leggi tutto l'articolo