A proposito di libri...

 


I libri sono pieni delle parole dei saggi, degli esempi degli antichi, dei costumi delle leggi, della religione. Vivono, discorrono, parlano con noi, ci insegnano, ci ammaestrano, ci consolano, ci fanno presenti ponendole sotto gli occhi cose remotissime dalla nostra memoria. Tanto grande è la loro dignità, la loro maestà, e infine la loro santità, che se non ci fossero i libri, noi saremmo tutti rozzi e ignoranti, senza alcun ricordo del passato, senza alcun esempio; non avremmo conoscenza alcuna delle cose umane e divine; la stessa urna che accoglie i corpi cancellerebbe anche la memoria degli uomini.
(Dalla lettera inviata dal Cardinal Bessarione al doge Cristoforo Moro il 31 maggio 1468)
 
Cominciamo da una necessaria precisazione: Bessarione (in greco Βησσαρίων; Trebisonda, 2 gennaio 1403 – Ravenna, 18 novembre 1472) fu un famoso cardinale, umanista e filosofo bizantino, che possedeva una ricchissima biblioteca personale.
Era il lontano 1468 quando questo grande umanista,...

Leggi tutto l'articolo