ABELE ATTACCA CAINO

Un articolo può essere bugiardo sin dalle prime due parole.
Il Corriere della Sera (1) dando notizia di un grave fatto di cronaca, avvenuto nella notte fra il 30 e il 31 maggio 2010, così scrive: “Assalto israeliano”.
È questa la prima falsità: attacca chi prende l’iniziativa.
Qui si tratta – citiamo sempre lo stesso articolo – di “una flottiglia di navi appartenenti ad organizzazioni non governative in rotta verso Gaza nel tentativo di forzare il blocco imposto da Tel Aviv nella zona”.
Zona che, sia detto per chiarezza, è costituita dalle acque territoriali sotto il legittimo controllo di Gerusalemme.
Se dunque “almeno 19 attivisti filo-palestinesi che erano a bordo sono morti, mentre diversi altri, almeno una trentina, sarebbero rimasti feriti” (sempre che questi numeri siano esatti) questo non è dovuto ad un attacco israeliano, ma ad una difesa israeliana: “forzare il blocco” è attività violenta, che non si attua limitandosi a chiedere permesso.
“Secondo l'esercito israeliano i mili...

Leggi tutto l'articolo