AFFERRO LE TUE MANI

Afferro le tue mani e la stringo al mio petto.
Tento di riempire le mie braccia della tua presenza, di depredare con i baci il suo dolce sorriso, di bere i suoi azzurri sguardi con i miei occhi.
Ma dove sei adesso? Chi può spremere l'azzurro dal cielo? Cerco di afferrarne la bellezza; essa mi sfugge lasciando soltanto il corpo nelle mie mani.
Stanca di pensieri mi ritraggo.
Come può il corpo toccare un fiore che soltantoùl’amore, il mio per te, riesce a sfiorare? Ann@

Leggi tutto l'articolo