AFTER LIFE: VITA DOPO LA MORTE ANNIE RACCONTA DEL FRATELLO BILLY

BILLY FINGERS TORNA DALLA MORTE PER RACCONTARE QUELLO CHE HA VISTO Quando aveva solo sedici anni, Annie Kagan firma per un produttore della Columbia Records.
Dopo aver suonato per 10 anni le sue canzoni nei club di New York City, Annie torna al college e diventa un chiropratico a Manhattan.
Seguito un incontro casuale con un maestro spirituale dall’Oriente, inizia una pratica di meditazione intensa che alla fine l’ha portata ad abbandonare la sua carriera come medico e la vita frenetica della città, in cerca di serenità.
Si trasferisce in una piccola casa sulla baia di Long Island e torna a scrivere canzoni, collaborando con il vincitore dei premi Grammy e Emmy Brian Keane.
Tutto sembrava normale fin quando un giorno suo fratello Billy morì improvvisamente e cominciò a comunicare con lui.
Da quel momento il suo futuro ha preso una svolta sorprendente.
Annie registra le sue conversazioni con Billy e le pubblica nel suo libro “The Afterlife of Billy Fingers”.
“Tre settimane dopo la sua morte, mio fratello Billy mi ha svegliata in piena notte descrivendo quello che stava accadendo nella vita ultraterrena.
Ho pensato che forse stavo impazzendo.
Come era possibile che mio fratello il quale svolse una vita non esemplare visto che per la maggior parte dei suoi giorni abusò di droghe convivendo con persone che la società reputa “fallite”, mio fratello che ha avuto una morte tragica voleva condividere i segreti del più grande mistero della vita da un’altra dimensione? Eppure col passare del tempo, compresi che Billy mi dimostrò che c’è vita dopo la morte.
Questa è una parte di quello che ho ottenuto da lui e la condividerò con voi”.
Le fasi dopo la morte fisica 1.
La prima cosa che succede è questa.
Appena si muore, si uscirà fuori dal corpo rapidamente per andare a finire in una “camera di guarigione”.
Le “luci” di questo luogo eliminano tutti i danni che avete accumulato e sofferto durante la vostra vita fisica, mentale ed emotiva.
Il tutto accade in meno di un nanosecondo.
Tutto il vostro dolore svanirà.
2.
Sei ancora cosciente della tua persona.
Anche se non siamo più fisici, ci sentiamo come se ancora lo fossimo come quando eravamo dentro un corpo.
In realtà, ti sentirai più umano di quando eri in vita.
Assorbiamo così tanta influenza dalle cose esterne mentre ci troviamo sulla Terra, da non renderci conto di chi siamo realmente.
3.
Luce con personalità.
Nell’aldilà, la luce ha qualità come la saggezza, la gentilezza, la compassione e l’intelligenza.
Questa luce rende [...]

Leggi tutto l'articolo