AGLIE' ENTRA NEL NOVERO DELLE "BANDIERE ARANCIONI" DEL TOURING CLUB ITALIANO

AGLIE' ENTRA NEL NOVERO DELLE "BANDIERE ARANCIONI" DEL TOURING CLUB ITALIANO I paesi accoglienti certificati dal� Touring Club Italiano diventano 220Due nuovi borghi Bandiera arancione in Piemonte 13 Dicembre 2016 Continua a crescere il numero dei�borghi Bandiera arancione premiati dal Touring Club Italiano: � di oggi la notizia di due new entry, entrambe in�Piemonte, regione che si conferma una delle pi� accoglienti d'Italia per il turista.
Con i paesi di�Gavi, in provincia di Alessandria, e di�Agli�, in provincia di Torino, salgono infatti a�26�i Comuni della regione certificati dalla nostra associazione con il marchio di qualit� turistico ambientale:�un record battuto solo dalla Toscana, che ne pu� vantare 38.
Le due nuove Bandiere arancioni nascono da "Bandiere arancioni in Piemonte", iniziativa di successo sviluppata in partnership�con Regione Piemonte ormai giunta alla�IV edizione.
Ricordiamo che la Bandiera arancione � attribuita dal Touring Club Italiano a tutti quei�borghi dell'entroterra con meno di 15mila abitanti�che superano una severa selezione rispondendo a parametri di accoglienza, servizi per il turista, ospitalit�, rispetto dell'ambiente, tutela del territorio e cos� via.�Complimenti ai due Comuni! ...
  AGLI� (TO) Agli��� probabilmente pi� noto di Gavi: anche solo per il fatto che il suo straordinario castello in passato ha ospitato le riprese della�celebre serie Elisa di Rivombrosa.
Ma pochi sanno che anche il borgo merita attenzione: provate a fare due passi sotto gli antichi portici del centro o lungo le rive del silenzioso laghetto della�Gerbola...
Il Touring, infatti, l'ha certificato non solo per il valore e la variet� degli attrattori storico culturali, ma anche per�l'omogeneit� del centro storico, cui si aggiunge un efficiente servizio di informazioni turistiche.� Siamo nel�Canavese, poco lontano da Torino.
Agli� � un borgo medievale, la cui storia parla della famiglia�Savoia: furono loro a edificare in pi� riprese�Il Castello ducale, costruito originariamente nel 1141.
La residenza reale � composta da circa 300 stanze: rimarrete a bocca aperta davanti a dipinti, mobili antichi, stucchi, affreschi e sale immense, come il�grande salone da ballo�decorato da Recchi nel Seicento.
Bellissimo anche il�parco, aperto da maggio a ottobre, dove scoprire grandi alberi, aiuole fiorite, statue e�fontane, tra cui all'ingresso quella settecentesca a ferro di cavallo arricchita da sculture dei fratelli Collino (la Dora che si [...]

Leggi tutto l'articolo