AGOSTINA, AMILCARE ... racconto (2002) di Dino Secondo Barili

Intrigo … … a Pavia (Queste storie, anche se raccontate come vere, sono  frutto di fantasia.
Pertanto non hanno nulla a che vedere con persone o fatti realmente avvenuti) 2002  (Amore Duemila) Agostina, Amilcare e l’Oroscopo Non sempre le persone sono in forma smagliante.
Anzi, spesso le persone vanno giù di corda e non sanno il perché.
Danno la colpa alle più svariate circostanze.
Alla fine si decidono ad andare dal proprio Medico di Fiducia.
Un anno fa, ne sapeva qualcosa la Dott.
Agostina, cinquant’anni, single, bellissima … alta, bionda, occhi azzurri e gambe da fine del mondo … Dirigente di un Ufficio del milanese, abitante a Pavia.
La Dott.
Agostina era giù di corda per svariati motivi.
Primo, perché si era “piantata” con il fidanzato Michele che (secondo lei) non capiva niente “di donne”.
Secondo, perché a cinquant’anni (per una donna) è facile avere la testa in confusione.
Agostina aveva deciso di rivolgersi al Dott.
Giuseppe, suo Medico di Fiducia e Psicologo nato.
Quando, un anno fa, entrò nell’Ambulatorio … il Dott.
Giuseppe  non c’era.
Era stato chiamato per una visita urgente e le persone presenti aspettavano silenziose.  Anche Agostina si accomodò su una sedia.
Prese uno dei tanti settimanali disponibili … per passare il tempo.
Ne prese uno a caso.
A caso lo aprì.
Caso volle che fosse proprio la pagina dell’Oroscopo.
Cosa fa una persona quando vede l’Oroscopo? Va a leggere il proprio segno zodiacale … non importa a quale settimana si riferisse.
Agostina lesse avidamente le quattro righe del suo Oroscopo.
Dicevano.
“Finalmente vedrai i frutti del tuo intenso lavoro degli ultimi mesi.
E’ in arrivo una promozione da favola.
Una promozione che ti cambia la vita.
Avrai soldi a palate per toglierti tutti i capricci che ti frullano nella testa.
Vestiti, borsette (patita delle borsette), scarpe (patita delle scarpe) … Avrai anche un nuovo amore … di quelli super, da far scintille” Quando una persona legge un Oroscopo del genere non può rimanere indifferente.
Era proprio quello che Agostina voleva e desiderava.
Depose il settimanale sul mucchio di giornali dal quale lo aveva preso e uscì dall’Ambulatorio.
Proprio sulla porta incontrò il Dott.
Giuseppe che l’intervistò.
“Dott.
Agostina, io arrivo … e lei va via? Mica avrà deciso di cambiare Medico?” La cinquantenne si è messa ridere.
“Cambiare Medico? Mai! … Cambiare vita, Si! Faccia che mi ha già messo sulla buona strada” La Dott.
Agostina doveva dare la risposta al Dott.
Amicare un [...]

Leggi tutto l'articolo