ALEISTER CROWLEY, OPERE E PENSIERO

di Mike Plato
L’esoterista e occultista inglese Aleister Crowley (Edward Alexander Crowley) vive in Egitto, al Cairo, un’esperienza trascendente che lo spinge a fondare il culto di Thelema.
E' il 1904 .
La moglie di Aleister comincia a trovarsi in uno stato anormale, il che convince il marito che un’entità sovrumana si sia messa in contatto con lei.
Il 20 marzo Crowley segue le indicazioni dettate dalla moglie in stato di trance ed esegue (con successo, secondo quanto scrisse in seguito) un rito di invocazione al dio egiziano Horus.
Il dio gli comunicherebbe l’imminente inizio di un nuovo eone magico, e gli affida l’incarico di profeta.
Crowley, la mente più ribelle dell’epoca, pur avendo mosso i suoi primi passi in ambito cristiano gnostico, alla fine prende le distanze dalla vecchia religione, creandosi un suo personale sistema magico pagano neo-egizio, di cui diventa il profeta, relegando il modo di pensare della sua epoca al rango di vecchio Eone ormai alla fine.
L’8 aprile e i du...

Leggi tutto l'articolo