AMANTE

Lingue cariche di un armonia scalfita dal nulla esplorazione di una fiamma uscita irrazionale desiderio di abbracciare l'umano.
Palpita la mente allo scorgere di smeraldi nel cielo punti distanti tracce di percorsi come mete sognanti.
La giostra del silenzio scavalca l'emozione la magia circoscritta di aprirsi come gabbiano nel pomeriggio di un canto di sera.
I respiri desiderano una porta un cancello che si apre e guarda l'inferno un passato bruciato dall'esplosione di un parto gestante.
Soave pienezza di scendere a valle e mentre si cerca l'origine del sangue un verde prato accelera l'andare verso il bello del proprio esser rubato.
Un profumo intenso suadente richiamo che brama il rapporto di un fuoco mai spento la passione un dono come l'amante di un proprio fratello.

Leggi tutto l'articolo