ANGELI E LUCE

Se c'è un solo corpo immobile l'equazione di riferimento è
approssimata in seconda approssimazione con il campo creato
dal corpo.
A grandi distanze si sviluppa la stazionarietà del campo e la costante
mc^2.Pertanto tutte le soluzioni delle equazioni sono compatibili
ad un modello cosmologico relativistico che possiede una metrica con
raggio di curvatura come da modello gravitazionale.
Ciò può essere assunto come un carattere oscillatorio delle equazioni
di Einstein nel regime di avvicinamento al punto singolare che prevede
l'esistenza di una singolarità rispetto al tempo.
L'orizzonte degli eventi secondo un punto di vista psichico presenta
di sottolineare in che misura la presenza di un punto singolare
rispetto al tempo è una proprietà necessaria dei modelli cosmologici.
Seguendo il modello proposto da FRIDAM la caratteristica della
singolarità propone come soluzione la riduzione a zero delle distanze
spaziali in tutte le direzioni,ovviamente per uno spazio riempito
soltanto di ma...

Leggi tutto l'articolo