ARCHEOIND - La cartiera di Tarquinia

 
Si ha notizia dello sfruttamento delle acque del fiume Marta gi� nel 1600 con l'esistenza di un mulino a servizio di Corneto (oggi Tarquinia) e Civitavecchia.
Nel 1876, il Cav. Jacopo Bozza, che aveva acquistato tutti i lotti intorno al mulino, impianta una ferriera impiegando una moderna turbina Girard. La presenza delle ferriera viene registrata per la prima volta nel Catasto Gregoriano del 1884.
All'inzio del '900 la ferriera viene trasformata in cartiera dai nuovi proprietari: Cassian Bon ed Enrico Silvestrelli che nel 1906 la cedono alla Societ� Cartiere Centrali di Perugia (nello stesso anno acquista anche lo stabilimento di Jesi). Il corso del fiume Marta sar� deviato in un bacino-canale parallelo su cui si aprono varie cascate.
 
 
Nel 1921 subentra come proprietario la Societ� Molina & C. Nella fabbrica si produce cartapaglia molto richiesta nel settore alimentare e che avr� sempre pi� mercato specialmente nel dopo guerra.
La materia prima di partenza sar� la paglia provenie...

Leggi tutto l'articolo