ASIMMETRICHE COINCIDENZE

Asimmetriche coincidenze di Giancarlo Serafino, Terra d’ulivi ed. 2016, recensione di Franco Intini: le eclatanti asimmetrie.


Quando, Giancarlo mi ha comunicato il titolo, ho pensato a qualcosa di chimico, ma poi ho riletto le parole che mi ha detto: “tante coincidenze che per un attimo sfuggono”. Ah sì? C’è un universo in questa frase, riflesso in ogni angolo della silloge. La natura ed il mediterraneo, con i suoi uccelli e profumi, per esempio, la salvia, l’aro, il giglio pancrazio, la sabbia, in cui le passioni ed il desiderio, sono lasciati liberamente “infiammare”: “…ma fiammammo osservando le paranze lontane. Uno scoglio in due. Muti per apparenza aspettando… Parlavano solo frangente e gabbiano.” (Incertezze) e gli Dei avvolti in un azzurro rovente, con Febo che conduce un sole jo-jo, ma nello stesso tempo irriverenti e disposti a lasciarci marcire per non far salire a cogliere il frutto di una passione(Prebende), o sorpresi in un eterno aggirarsi per i nostri lidi al...

Leggi tutto l'articolo